Pubblicità
20 C
Roma
18.9 C
Milano
PubblicitàCaffè Italiano

GEOPOLITICA

Pubblicità
HomeAttualitàLa Croazia entra nell'euro

La Croazia entra nell’euro

di Giancarlo Grassi

La Croazia è diventata il ventesimo Paese dell’Unione europea ad adottare l’euro. Aderirà anche all’area Schengen che facilita la libera circolazione delle persone portando a 347 milioni le persone che circolano liberamente nel territorio UE e che utilizzano l’euro per le loro transazione commerciali, piccole o grandi.

A simboleggiare l’evento storico, diverse cerimonie ai due principali valichi di confine, con la Slovenia e con l’Ungheria, e a un bancomat nel centro della capitale Zagabria. Sull’autostrada Zagabria-Lubiana, il ministro degli Interni Davor Bozinovic ha simbolicamente premuto per l’ultima volta il pulsante per alzare la rampa e lasciare il passaggio alle prime automobili senza controlli. Stessa cosa al confine con l’Ungheria

Il ministro degli Esteri Goran Grlic Radman ha ricordato che dal 1 gennaio 2023 la Croazia si assume anche “la grande responsabilità per la protezione di più di 1.300 chilometri del confine esterno dell’Ue”, con la Serbia, il Montenegro e la Bosnia-Erzegovina. Alla cerimonia presente anche la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen. L’euro coesisterà con la kuna locale per due settimane e fino alle fine del 2023 sarà obbligatorio indicare i prezzi di beni e servizi in entrambe le monete. Il cambio valuta sarà gratuito fino al 31 dicembre 2023, con un tasso di cambio di 7,53450 kune per ogni euro.

 

 

(1 gennaio 2023)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 



Pubblicità

LEGGI ANCHE