21.5 C
Roma
giovedì, Settembre 29, 2022

“La scuola si onora con vestiti consoni”, disse il saggio. E noi a pensare come idioti che la scuola si onori con insegnanti post-medioevo

Altre notizie

di Giovanna Di Rosa

L’ultima dal favoloso mondo dell’insegnamento italiano, dopo la raffinata battuta dell’insegnante su pance, magliette e via Salaria (dire “sulla Cristoforo Colombo” sarebbe stato infangare la Storia del paese, ci rendiamo conto), viene da un altro professore di quelli che “si rifiutava di indossare la mascherina in classe” come da anonima testimonianza citata da un poco condivisibile, per noi, podcast de La Stampa a firma di Lucetta Scaraffia.

Il professore si è spinto tanto in là da riuscire a dire che “La scuola si onora con vestiti consoni”; ora non è che si pretenda di vedere come va in giro lui, con quali abiti – e anche con quale spocchia, considerato ciò che posta sui suoi social, ma un sano bagno di umiltà crediamo che il professore dovrebbe farselo. Senza tirare in ballo i santi, ma rimanendo tra i mortali, noi abbiamo sempre ritenuto che la scuola dovesse innanzitutto essere onorata da personale docente e non docente che insegnino il rispetto per l’altro praticandolo per primi. La nostra arroganza si spinge poi tanto in là da ritenere che la scuola si onori con insegnanti che siano usciti dal medioevo. Ma, letta e sentita l’aria che tira, ci sembra davvero di chiedere troppo.

 

(21 febbraio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 



Pubblicità
Pubblicità

Ultime notizie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: